La Cantina di Monticello

La Cantina di Monticello

La Cantina di Monticello

NOVITÀ BIRRE ARTIGIANALI

Nuove Birre

Madonna Nera

~ I.G.T. Toscana ~

Colore: Rosso rubino, intenso, tendente al granato
Profumo: Al naso troviamo note di frutta matura, sentori speziati ed una certa mineralità; il tutto accompagnato da sentori di confetture di prugne
Gusto: Al palato la struttura si sviluppa con una fitta trama di tannini, maturi e morbidi, che assicurano lunghezza ed un retrogusto delizioso e piacevole, finale lungo e persistente, sicuramente equilibrato
Temperatura di servizio: 16°/18° C.
Marchio: Madonna Nera
Vino: Toscano Rosso I.G.T.
Zona Di Produzione: Montalcino
Tipologia Terreno: Di scheletro prevalente con presenza di ciottoli e sabbie argillose
Sistema di coltivazione: Cordone speronato
Vitigni Utilizzati: 60% Sangiovese,30% Merlot,10% Cabernet Sauvignon
Vendemmia: Manuale a giusta maturazione con selezione delle uve
Gradazione alcolica: 14,5%Vol.
Formato Bottiglia: Bordolese 75 cl
Vinificazione: In contenitori di acciaio Inox a temperatura controllata
Temperatura di Fermentazione: 28 °C Max.
Macerazione: 25 Giorni
Fermentazione Malolattica: Si
Affinamento: In Tonneaux di rovere francese da 5 Hl, di primo e secondo passaggio,  per circa 12 mesi, affinamento in bottiglia per 4 mesi
Chiarifica: No
Filtrazione: Si
Abbinamento gastronomico: Cacciagione e selvaggina, lepre in civet, brasato di manzo, camoscio, cinghiale e piccione

Madonna Nera I.G.T. Toscana
Categoria:

Questo Madonna Nera I.G.T. Toscana, esprime una buona eleganza e una sapiente finezza. Dopo la vendemmia manuale con selezione dei grappoli, la fermentazione a massimo 28 gradi per 20/25 giorni, comincia l’affinamento in tonneaux da 5 Hl per 14 mesi circa.

“La Madonna” è il nome antico di questi terreni collinosi, avvolti in un paesaggio incantato, dove natura e arte si alleano tra loro con quell’incredibile maestria che è marchio specifico della civiltà toscana.

L’azienda si estende su sei ettari di vigneti, due dei quali situati nella zona dell’Abbazia di Sant’Antimo, adibiti alla produzione di Brunello di Montalcino. Ogni filare è introdotto da una pianta di rose, com’è dettato dalla più bella tra le usanze di chi coltiva la vite. Tutto intorno crescono alberi d’ulivo e vegetazione mediterranea a decorare il giardino.

Tra il verde del mirto, il bianco delle rose e l’azzurro della lavanda, sorgono tre edifici di pietra bionda locale: la casa padronale, un antico torrione che fa la guardia da secoli al lato nord-est della proprietà ed una dépandance con un grande terrazzo dedicata alla degustazione dei vini.

Madonna Nera I.G.T. Toscana
TASTO DESTRO DISABILITATO